Terapie Manuali


Terapia manuale ortopedica (OMPT)


Valutazione funzionale e tecniche manipolatorie specifiche per disturbi muscolo-scheletrici, prescrizione di esercizi terapeutici individualizzati


La Terapia Manuale Ortopedica è una specializzazione della fisioterapia per il trattamento delle patologie neuro-muscolo-scheletriche, segue i principi di fisiopatologia della medicina tradizionale. Basata su un preciso ragionamento clinico, utilizza approcci di trattamento altamente specifici, che includono varie tecniche manuali, manipolazioni vertebrali e degli arti, ed esercizio terapeutico. La Terapia Manuale Ortopedica è guidata da prove di efficacia clinica scientifica e dalla struttura biopsicosociale di ogni singolo paziente, prende quindi in considerazione non solo la problematica fisica per cui il paziente viene in visita (bio), ma anche gli aspetti mentali (psico) e contestuali (sociale). La formazione in questo ambito è sovraintesa dall’International Federation for Orthopaedic Manipulative Physical Therapists (IFOMPT) organo internazionale sottogruppo dell’organizzazione mondiale della salute e unico organo con la possibilità di rilasciare il titolo di OMPT ovvero terapista manuale ortopedico.
Il fisioterapista OMPT farà quindi una propria valutazione funzionale del paziente, e metterà in atto un piano terapeutico atto a ridurre ed eliminare possibilmente il dolore, e ristabilire la funzione motoria alterata. Altresì nel caso la problematica non fosse di pertinenza del fisioterapista, invierà il paziente allo specialista più indicato.

Tecniche Fasciali


Trattamento manuale per disordini muscolo-scheletrici e di origine viscerale


Insieme di tecniche derivanti  da svariate metodiche manuali fisioterapiche e osteopatiche. In special modo la "Manipolazione Fasciale" è una metodica di valutazione e trattamento manuale di disordini muscolo-scheletrici e viscerali, attuata dal fisioterapista opportunamente specializzato tramite corsi accreditati dallo Stecco Institute. Le manovre sono attuate su specifici punti, quasi del tutto coincidenti con i punti dei meridiani di medicina tradizionale cinese. L’azione del fisioterapista ristabilisce il corretto scorrimento dei piani fasciali, liberando l’organismo dalle alterazioni localizzate del tessuto connettivo. Tale pratica trova grande applicazione nei disurbi del movimento sia di origine muscolo-scheletrica, che neurologica, che viscerale. Le patologie trattate difatti sono le più varie, chiaramente nei limiti delle possibilità di ristabilire una corretta omeostasi dell’organismo, a seconda della gravità della condizione. I benefici vanno dalla riduzione drastica del dolore, al miglioramento della peristalsi organica. Sono quindi trattate tendinopatie, artrosi, lombalgie, cervicalgie, esiti di interventi chirurgici, disordini neurologici, problematiche intestinali, gastriche, renali ecc.

E’ doveroso precisare che tale metodica non costituisce una cura alternativa, piuttosto un valido alleato del trattamento medico impostato, riducendo la sintomatologia e la perdita di funzione motoria, nonchè migliorando l’omeostasi dell’organismo inducendo cambiamenti nell’attività del sistema nervoso autonomo ( e conseguentemente della peristalsi organica).

Massoterapia


La massoterapia è l’attività di massaggio terapeutico svolto dal Fisioterapista, con la principale finalità di manipolare i tessuti molli (muscoli, tessuto connettivo) col fine di ridurre rigidità, migliorare la circolazione dei liquidi, ridurre il dolore e migliorare lo stato di salute psico-fisico del paziente. Può essere svolta sia in caso di patologie a carico dell’apparato locomotore diagnosticate, valutando caso per caso, che in assenza di patologia.