Riabilitazione 


Riabilitazione Ortopedica


Percorso di recupero motorio di fisiokinesiterapia attiva e passiva


Il fisioterapista effettua una valutazione funzionale del paziente, individualizzata e personalizzata. Facendo partecipe il paziente degli obiettivi di recupero fisico possibili, progetta un percorso di training riabilitativo caratterizzato sia da manovre passive che attive (fisiokinesiterapia passiva, attiva, attiva-assistita), con lo scopo di ripristinare il movimento perso e rieducare il paziente dal punto di vista motorio e funzionale, accompagnandolo nella ripresa delle proprie complete funzionalità. Le patologie e gli interventi chirurgici seguiti sono innumerevoli, citando i più comuni per distretto corporeo:

  • Colonna vertebrale
    • stabilizzazione vertebrale,
    • lombosciatalgia,
    • lombalgia,
    • ernia discale,
    • spondilolisi-spondilolistesi

  • Ginoccchio
    • Meniscectomia,
    • lesione legamento crociato,
    • gonartrosi,
    • artroprotesi,
    • gonalgia,
    • borsiti

  • Anca
    • Conflitto femoro-acetabolare,
    • artrosi,
    • borsite troncanterica,
    • artroprotesi
  • Spalla
    • Tendinopatie della cuffia dei rotatori,
    • esiti riparazione della cuffia,
    • protesi di spalla,
    • lesioni tendinee

  • Caviglia
    • Distorsioni,
    • esiti di frattura tibio-peroneale,
    • Tendinopatie achillee,
    • morbo di Haglund

  • Polso
    • Esiti di fratture,
    • lesioni TFCC,
    • sindrome sudeck,
    • esiti interventi di tunnel carpale

  • Gomito
    • Epincondiliti,
    • epitrocleiti,
    • borsite olecranica

Riabilitazione Neurologica


Percorso di recupero neuro-motorio e rieducazione funzionale rivolta a pazienti con lesione del sistema nervoso centrale o periferico


Dopo un’attenta valutazione funzionale vengono posti degli obiettivi a breve-medio-lungo termine per il recupero motorio, la limitazione della disabilità conseguente al danno neurologico, il mantenimento del potenziale residuo. Sulla base di una diagnosi medica e un’eventuale indicazione fisiatrica, il fisioterapista tramite l’esercizio terapeutico rieduca al movimento possibile, che si traduce con il movimento maggiormente funzionale alle attività di vita del paziente, all’uso di eventuali ausili e alla miglior ripresa possibile delle funzionalità motorie individuali. Alcuni esempi di patologie trattate:

  • Esiti di Ictus
  • di Parkinson
  • Sclerosi Multipla e patologie neuro-degenerative
  • Danni nervosi periferici agli arti superiori e/o inferiori
  • Atassie
  • SLA
  • Distrofie